La prima ferita: diretta 16/10 h 21

La prima ferita, o ferita primordiale

Domenica 16 ottobre sarò in diretta Facebook dalla pagina di Impronte Verticali  per parlare della “prima ferita” o “ferita primordiale”. Cos’è la prima ferita?

Quando si può creare la prima ferita?

Che conseguenze può avere la ferita primordiale sulla nostra esistenza?

Vedremo insieme che già dal momento del concepimento e durante la gestazione possono crearsi i presupposti e prendere forma le prime ferite emotive di una persona.

pancia di una donna in gravidanza: la prima ferita o ferita primordiale può svilupparsi già durante la gestazione
Photo by freestocks on unsplash

Le prime fasi della vita il terreno ideale per la prima ferita

Prima di tutto va detto che tutti noi abbiamo più ferite e traumi sepolti dentro di noi. Questi possono essere di vario tipo e di varia intensità.

Fra queste ferite, generalmente, ce n’è una in particolare più profonda e dolorosa che determina buona parte della nostra personalità e del nostro destino.  

Indicativamente il periodo più critico per l’esperienza della ferita primordiale va dalla creazione dell’embrione fino alla fine dell’allattamento.

In queste fasi, già di per sé complicate e per niente facili per un bambino, possono interferire centinaia di variabili in grado di ferire profondamente in nascituro.

Per citare solo alcuni degli aspetti critici dei primi mesi di vita di un bambino basti pensare a:

    • la simbiosi con la mamma e i suoi stati d’animo
    • l’ingresso in un campo di informazioni familiari
    • le analisi mediche e l’ospedalizzazione
    • tutte le pratiche innaturali che vengono proposte e imposte dal sistema in cui viviamo
    • La mancanza di una connessione con la natura e l’istinto naturale materno calpestato dai ritmi odierni
mamma tiene in braccio il suo piccolo bambino: la ferita primaria spesso avviene per mancanza di contatto sufficiente con la mamma
Photo by Raul Angel on unsplash

Il ruolo del padre

Vedremo anche quale ruolo può avere un papà nel bene e nel male nella genesi di una ferita primaria. Cosa può fare un padre nei mesi in cui un marino è ancora tutt’uno con la mamma? Cosa non dovrebbe assolutamente fare? Come si è evoluta la figura del padre negli ultimi anni?

donna e uomo si baciano con in mano una ecografia di un feto. Il papà ha una grande importanza anche se indiretta nella genesi della prima ferita
Photo by Kelly Sikkema on unsplash

Il parto: un momento fondamentale 

Forse il momento più importante nella possibile genesi della ferita primaria è il parto. Questo momento estremamente critico è condizionato da tante variabili e il modo in cui si nasce può determinare fortemente il destino di una persona.

bambino neonato con mano al collo del medico
Photo by Alex Hockett on unsplash

L’allattamento, il primo successo e il primo nutrimento della vita

L’allattamento costituisce, fra le prime fasi della vita, l’ultima grande criticità. In questa fase potrebbe nascere, se vissuto male, una ferita primaria in grado di creare grossi problemi in molti ambiti della vita fra i quali:

    • rapporto col cibo
    • sessualità
    • rapporto col lavoro e il denaro
    • rapporto con la “fortuna” e il successo
mamma allatta al seno suo figlio: questa è l'ultima fase critica per la genesi di una ferita primaria a cui può seguire il sovrappeso
Photo by Luiza Brown on unsplash

Le costellazioni familiari e la prima ferita

Se ti interessano questi temi e il mondo delle costellazioni familiari ci vediamo domenica 16 ottobre nella diretta Facebook. Parlerò nello specifico di casi visti durante sedute di costellazioni familiari. Vedremo come le costellazioni familiari possono portare in luce e aiutare ad affrontare le conseguenze nefaste di una ferita primaria.

Risponderò anche a tutte le domande, i dubbi e le curiosità di chi vorrà interagire in diretta.

Bibliografia consigliata:

ti interessa approfondire questo argomento? prenota un consulto gratuito

Iscriviti alla newsletter

Scusa l'interruzione, vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti riguardo gli eventi e i post di impronte verticali?

GDPR

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Contenuto Protetto